Il nuovo libro delDr Palagi
COVID-19 Alcune precisazioni sulle mie attività libero professionali in studio

L'attività clinica del dr. Palagi al tempo del Coronavirus

COVID-19 Alcune precisazioni sulle mie attività in studio

Ci troviamo di fronte a una fase indubbiamente complessa. La salute fisica, la stabilità economica e anche la salute psichica di ognuno di noi, sono messe a dura prova. Per questo motivo  anche la professione di psicologo, diventa una risorsa per questo momento di difficoltà e per molte persone che vivono con estremo disagio questa nuova condizione. Per senso di dovere e responsabilità verso i miei pazienti ho deciso di proseguire il mio lavoro. Anche la mia attività però, ha inevitabilmente subito alcune modificazioni. Qualcosa è cambiato nel modo cui si svolgono anche i miei incontri in studio. Qualche riga per chiarire meglio come funziona in questo momento il mio lavoro e quali precauzioni vengono prese per garantire la salute di tutti, anche di chi decide di proseguire il proprio percorso di psicoterapia o richiede sostegno. 
In questa fase di emergenza, le mie scelte seguono l'orientamento proposto dall'Ordine Nazionale degli Psicologi nonché quello del Ministero della Salute, relative all'esercizio dell'attività libero professionale di psicoterapeuta.

Possono essere utili alcune informazioni.
La professione dello Psicologo e le attività cliniche in studio, non hanno subito "chiusure" (art.1 del DPCM 26/04/2020). Recarsi nell'ambulatorio dallo psicologo è pertanto consentito se dichiarato nell'autocertificazione. La dicitura che consiglio "Visita Specialistica-Psicoterapia presso dr. Emanuele Palagi, Via Pinciana 17, Viareggio (LU)".  Al termine di ogni incontro, rilascio, oltre alla ricevuta, anche la dichiarazione dell'attività svolta con la data e l'ora relativa. Al fine di sostanziare la motivazione dello spostamento. 

Utilizzo in questa fase il principio di minimizzare il più possibile tutte le attività in presenza, per rinviarle o sostituirle ogni qual volta sia praticabile con altre modalità di interazione (videochiamate, consulenze telefoniche, etc.).

Quando le sedute vengono svolte in studio, ho predisposto un organizzazione che mi permette di rispettare in modo estremamente rigoroso le precauzioni igieniche indicate dal Ministero della Salute
Per prima cosa: professionista e cliente devono essere del tutto asintomatici e non presentare fattori epidemiologici di rischio (provenienza da aree estere o nazionali a particolare rischio epidemico; convivenza, frequentazione o contatti con soggetti positivi, sospetti o a rischio, etc.).
Se vi sono sintomi anche leggerissimi (febbre, tosse, dispnea, mal di gola), o anche solo sospetti su potenziali fattori di rischio epidemiologico del professionista o del paziente, gli appuntamenti in presenza vengono rinviati senza eccezioni.

Oltre a ciò:
  • Viene rispettata una distanza ben maggiore rispetto a quanto suggerito (almeno 1 metro Decreto del Presidente del consiglio dei Ministri 8 marzo 2020). La distanza fra la mia postazione e la seduta del paziente è di 2,70 metri.
  • E' stato predisposto un pannello parafiato utile a garantire una maggior sicurezza sia per me che per il mio cliente .
  • I miei locali vengono costantemente areati.
  • Le sedute non vengono organizzate, come di norma, in successione. La seduta in presenza, viene alternata, quando possibile, agli incontri in videochiamata,
  • viene garantito l'accesso a una sola persona alla volta.
  • All'interno del mio ambulatorio sono preseneti postazioni per l'igienizzazione delle mani.
  • Sono a disposizione fazzoletti usa e getta.
  • Vengono igienizzare regolarmente e accuratamente le superfici sanitarie, di lavoro e arredamento (tavoli, sedie, braccioli e poggiatesta di poltrone, maniglie, interruttori, tastiera/mouse, etc.) e tutti gli oggetti ad uso condiviso.
  • Novità: Tutti gli ambienti vengono frequentemente trattati con ozonizzatore!

Le sedute in videochiamate sono condotte utilizzando strumenti professionali, atti a garantire la miglior esperienza in termini di stabilità dell'immagine e di fedeltà e riproduzione delle voce. Le piattaforme più frequentemente utilizzate sono Skype e Zoom. Per chi non ne avesse esperienza e avesse necessità di supporto tecnico, riceverà informazioni dettagliate sull'utilizzo dei programmi. Per ciò che riguarda le modalità di pagamento, come da normativa, resta possibile sia l'utilizzo del bancomat e il bonifico bancario, in alternativa al contante.

Andrà tutto bene!
Emanuele Palagi

Condividi sui social
Contatta il Dr. Emanuele Palagi
Per informazione e appuntamenti: